Storia - History


    
     

La Villa Gori nasce dopo la seconda guerra mondiale come osteria in riva al mare, in una Rimini da ricostruire, grazie all'intraprendenza della Nonna Ines e del Nonno Mario.
In una Rivabella che all'epoca era "solo" una spiaggietta isolata a nord di Marina Centro, dopo la "Barafonda" (San Giuliano) oltre il deviatore del fiume Marecchia.
La via che portava a Viserba era ancora una strada bianca non asfaltata e verso il mare era tutto "cannarezza", tutto un canneto.

Da solo osteria a pensione con le camere sul retro il passo è breve, poi il primo piano e poi il secondo in pieno boom economico.
Negli anni '70 alla Nonna Ines si affianca anche l'Elide nella gestione ed in cucina.
Nell'estate del 1977 ospitiamo, Vittorio Monti, giornalista del Corriere della Sera, che scrive un articolo pubblicato il 26 giugno dal titolo"In vacanza con 6000 lire al giorno" (leggi l'articolo) che ci fa conoscere ed apprezzare con un sorriso in tutta Italia e ci frutta una lettera di complimenti dall'Azienda di Soggiorno di Rimini.
Negli anni '80 tutta la famiglia è impegnata nella gestione della pensione , Chicco dopo l'ufficio cura le "pubbliche relazioni" ed i figli Gilberto e Mario si impegnano in sala e dietro al bar.
Verso la metà degli anni '90, con Gilberto e Mario impegnati in altre attività lavorative, la decisione di affittare la pensione.
Dopo alcuni anni di inattività pressoché totale nel 2012 la trasformazione in residence turistico alberghiero (RTA), aperto tutto  l'anno.